Ti piace quello che stai leggendo? Iscriviti gratuitamente per ricevere
aggiornamenti offerte e news direttamente nella tua casella di posta!!
  
MENU
2011 vacanze natale famiglie irlanda

In Irlanda per un inverno magico

In Irlanda d’inverno? Perché no? Ci sono milioni di ragioni per dirigersi verso l’Isola di Smeraldo nei mesi invernali: la stagione natalizia è semplicemente magica e il “craic” (parola intraducibile che riassume in sé divertimento, intrattenimento e piacevole conversazione, parte integrante di quella cultura della socialità, tipica dell’Irlanda) scorre indisturbato qualsiasi siano le previsioni del tempo.

L’isola sarà la vostra meta d’elezione se state immaginando divertenti serate in qualche accogliente pub, passeggiate lungo selvagge e deserte spiagge atlantiche, soggiorni presso romantiche guest-house, mitici paesaggi come le scogliere di Moher, oppure un Natale tutto irlandese. Le tariffe a basso costo delle linee aeree, degli alberghi e dei ristoranti in tutto il paese fanno dell’inverno la stagione con il miglior rapporto qualità-prezzo per visitare l’isola.

Il più bel posto del mondo

Se le città vi accoglieranno con il calore delle loro strade vivaci e illuminate, va sottolineato senz’altro che il fascino dell’Irlanda in inverno, con le sue atmosfere misteriose, le luci magiche e il cielo mutevole e capriccioso, è ancora più seducente se si esplora la sua grandiosa bellezza paesaggistica. Perché allora non pensare a qualcosa di completamente diverso, come un soggiorno invernale nella Penisola di Dingle, che la rivista National Geographic Traveller definisce “il più bel posto del mondo”? Situata sulla costa sud-occidentale, la penisola è la più settentrionale delle tre lingue di terra che si protendono nell’Atlantico nella contea di Kerry: la sua natura incontaminata, la varietà dei panorami marini, i pittoreschi villaggi costieri, gli oltre 2000 siti archeologici e la presenza di un consistente Gaeltacht (territorio di lingua gaelica) ne fanno un posto unico al mondo. Il villaggio di Dingle è il punto di partenza ideale da cui andare alla scoperta di questo luogo sublime: piccola e piacevole, è una località ben attrezzata che offre ai visitatori una vivace atmosfera grazie alle coloratissime vie su cui si affacciano numerosi pub, che spesso offrono buona musica tradizionale, e ristoranti specializzati in pesce. In terraferma, da non mancare la visita all’Oceanworld, un acquario con postazioni multimediali e la ricostruzione della mitica navigazione di San Brendano, che la leggenda vuole sia partito da qui verso l’America. Mentre in mare non si può non fare un’escursione (tutti i giorni dell’anno, tempo permettendo) per cercare di avvistare Fungie, il delfino che vive nella baia di Dingle da oltre 20 anni. Natale e Capodanno, con il rivivere delle antiche tradizioni, sono momenti ideali per trascorrere qui le festività in un modo diverso dal solito. Sono disponibili tutti i tipi di sistemazioni, sia nei villaggi che in campagna: per saperne di più visitate il sito www.dingle-peninsula.ie

Alloggiare in un faro, una vera e propria esperienza

Per i più romantici, perché non alloggiare in qualche vecchio faro, affacciato sull’immenso panorama dell’oceano? Loop Head Lighthouse, sulla riva nord del fiume Shannon, sorge su una scogliera che domina la costa ovest a 300°: a sud verso Dingle e Kerry Head, a nord verso i vertiginosi precipizi delle scogliere di Moher, uno spettacolo che lascia senza fiato. Il faro risale al 17° secolo e gli ospiti sono alloggiati in quella che era la residenza del guardiano, prima che il faro venisse completamente automatizzato. Blackhead Lightkepeers’ Houses invece sovrasta lo spettacolare paesaggio del Belfast Lough, a pochi km dalla capitale nordirlandese, facendone così la meta ideale per chi vuole pace e tranquillità, senza però allontanarsi troppo dalle attrazioni cittadine. Si può alloggiare in altri fari ed edifici storici sparsi su tutta l’isola, spesso in contesti di grande bellezza e suggestione: merito dell’Irish Landmark Trust che restaura e riutilizza tali strutture. www.irishlandmark.com.

Non potrete invece dormire a Hook Head Lighthouse, il faro più antico d’Europa, risalente al 13° secolo e tuttora in funzione, che la guida Lonely Planet ha messo in cima alla sua classifica dei fari più “scintillanti” del mondo. L’antenato di tutti i fari d’Europa sorge su un’alta scogliera sulla costa sud-orientale dell’Irlanda, al termine di un itinerario che, lasciata Dublino, si snoda lungo vallate e montagne di arcana bellezza. Vi si incontra, tra l’altro, l’antichissimo sito monastico di Glendalough, fondato nel VI secolo dal monaco Kevin e straordinario esempio di commistione fra arte e paesaggio, situato ai piedi delle belle Wicklow Mountains; e l’Irish National Heritage Park, un interessante e moderno parco storico-architettonico dove sono stati ricostruiti cronologicamente vari edifici che ripercorrono la storia irlandese, dai primi abitanti fino al periodo normanno.

Per informazioni sui fari in Irlanda, leggete anche il nostro blog: http://blog.irlanda-travel.com/2011/06/fari/

Totale decompressione: lusso, calma e benessere

E se nel faro di Hook Head non c’è una stanza, nella vicina Dunbrody House, County Wexford, un’affascinante villa georgiana circondata da 120 ettari di parco proprio sulla penisola di Hook, troverete non solo alloggio in camere lussuose, ma anche una delle migliori cucine d’Irlanda (vi si tengono anche apprezzati corsi culinari), oltre a una ben nota Spa: un’ottima soluzione per ricaricare spirito e corpo –  www.dunbrodyhouse.com.

Restando in tema – e anche nella stessa contea – troviamo Monart Destination Spa, un complesso a 5 stelle, giustamente ritenuto una delle migliori Spa del mondo. Situata in una magnifica dimora settecentesca, all’interno di un vasto parco, Monart è destinata a chi è alla ricerca di lusso, pace e rigenerazione. La Spa offre la gamma più completa di trattamenti e terapie di bellezza, salute e benessere. Inoltre, fino al 4 dicembre di avvale della presenza di due maestri Shaolin, che insegneranno tecniche orientali, tra cui meditazione e arti marziali cinesi – www.monart.ie

Se invece vi spostate a nord, numerose sono le soluzioni in questo campo, come ad esempio Galgorm Resort & Spa, una classica residenza patrizia di campagna, trasformata in lussuoso albergo con Spa a soli 20 minuti dall’aeroporto di Belfast, situata in uno degli angoli più belli dell’intera isola, non lontano dalle meraviglie della Giant’s Causeway. Oltre a una sistemazione di squisita eleganza e una raffinata cucina, vi attendono innovativi trattamenti di bellezza e benessere – www.galgorm.com

Per ulteriori informazioni su Spa in Irlanda: www.irlanda-travel.com/spa

Solstizio d’inverno, la magia del Natale e Capodanno

Se invece non volete sfuggire a Santa Claus e ai canti natalizi, anche qui non avrete che l’imbarazzo della scelta. I “Twelve Days of Christmas” si aprono il giorno della vigilia di Natale con l’accensione di una candela  posta a una finestra di ogni casa irlandese: simbolo religioso per indicare un rifugio ai viandanti Maria e Giuseppe, oppure retaggio di un’antica festa pagana della luce. Questi sono infatti i giorni più bui dell’anno e non a caso la nascita di Cristo coincide con il Solstizio d’Inverno e la rinascita del Sole. Per avere un’idea  di come l’argomento fosse centrale per gli antichi, consigliamo una visita al complesso preistorico di Brù na Bòinne, il più grande e importante sito megalitico d’Europa, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Facilmente raggiungibile dalla vicina Dublino, l’area ospita eccezionali necropoli costruite circa 5000 anni fa. Tra la trentina di tumuli funerari, spicca  quello di Newgrange, grazie al sorprendente fenomeno che si ripete all’alba dei cinque giorni dal 19 al 23 dicembre, quando, attraverso un’apertura creata appositamente dagli antichi costruttori, il sole penetra per 17 minuti nella camera sepolcrale, potente simbolo della vittoria della vita sulla morte. Ogni anno l’evento attira migliaia di visitatori che il 21 dicembre attendono qui l’alba della notte più lunga dell’anno. Le richieste per essere ammessi all’interno del monumento nei giorni del solstizio invernale sono talmente numerose, che i soli 50 posti disponibili (10 per ciascun giorno) vengono assegnati per sorteggio. Per il solstizio 2012 inviate una mail con i vostri dati a brunaboine@opw.ie : l’estrazione dei fortunati avrà luogo il 28 settembre 2012. Il sito è visitabile solo con l’accompagnamento delle guide ed è necessaria una prenotazione presso il Visitor Centre dove, oltre a una preziosa serie di informazioni circa la civiltà che costruì i tumuli, si trova anche una perfetta ricostruzione di Newgrange, nella quale si può assistere alla simulazione dell’irradiamento solare durante il solstizio. www.newgrange.com

Il fascino del Natale a Dublino

Ma torniamo ai nostri giorni. A Dublino, si tiene il 7Up Winter Wonderland, un villaggio natalizio situato sui terreni di un parco cittadino (ingresso gratuito).  Dal 1° dicembre all’8 gennaio (eccetto il giorno di Natale) qui sarà gran festa: ci sarà la più grande pista coperta di pattinaggio su ghiaccio d’Irlanda, un circo di Natale, una ruota gigante, attrazioni per tutti i gusti e le età, un mercato natalizio tradizionale, oltre a caffè, bar e altro ancora, compreso un fiabesco Santa’s Christmas Village. Dicembre è un gran mese per visitare Dublino e perdersi nella sua atmosfera gioiosa, mescolandosi ai dublinesi in cerca di regali nei negozi e nei mercati. I più frequentati si trovano ai Docklands, nella splendida dimora neoclassica di Farmleigh House e a Fitzwilliam Square, nella storica area georgiana: ma ce ne sono decine di altri, come il Book Market e il Food Market a Temple Bar, o il Designer Market a Cows Lane. Chi apprezza la buona tavola, non si lascerà sfuggire Taste of Christmas, una mostra annuale sull’eccellenza del cibo delle feste (dal 25 al 27 novembre, presso il Dublin Convention Centre), con la presenza di celebri chef, assaggi di tutti i tipi, lezioni culinarie, i menu più diversi, da quelli tradizionali ai più sofisticati. Dal 26 al 29 dicembre, appuntamenti da non perdere sono le Leopardstown Christmas Racing Special, con le quali si rinnova la grande tradizione ippica irlandese. A Capodanno, serata indimenticabile al Guinness Storehouse, con cenone, complessi rock e dj; per i più tradizionalisti uno splendido concerto del Dublin Gospel Choir nella solenne cornice di Christ Church. Per chi parte dopo le feste, segnaliamo il Temple Bar TradFest, una serie di avvenimenti che dal 25 al 29 gennaio animano ancora di più l’animata scena dublinese: concerti in sedi storiche e pub, spettacoli all’aperto, bande di cornamuse, danze irlandesi, proiezioni cinematografiche, recital e molto altro ancora. www.templebartrad.com. Visitate il sito www.visitdublin.com per sapere tutto su Dublino.

Per ulteriori informazioni su Dublino: www.irlanda-travel.com/dublino

A Belfast passeggiando per vicoli e mercati natalizi

Spostandoci a Belfast (www.gotobelfast.com), dal 19 novembre al 19 dicembre troviamo il Christmas Continental Market, un appassionante viaggio gastronomico attraverso i sapori d’Europa nei favolosi giardini del City Hall, trasformati per l’occasione in un divertente villaggio alpino. Non a caso questo mercato si tiene a Belfast, la città irlandese che meglio di tutte ha saputo coniugare i sapori di luoghi diversi tra loro. Mangiare in questa città significa infatti poter scegliere tra un numero impressionante di ristoranti, pub e caffetterie, in un’atmosfera giovane e cosmopolita. Ma la città offre anche i suoi sapori tipici: cercateli nei locali degli Entries, i caratteristici vicoli cittadini, o lungo le maggiori vie dello shopping, dove potrete richiedete i menu delle feste, con ricette come la lonza glassata e l’immancabile tacchino arrosto. Questi e altri piatti possono essere scoperti visitando il sito www.irlanda-travel.com/ricettenatale. Tutta l’Irlanda del Nord è famosa per i suoi mercati e fiere dell’artigianato: in questo periodo ce ne sono a centinaia e rappresentano un più che valido aiuto per trovare qualcosa di particolare da regalare a qualcuno a cui si tiene.  Ma la regione, per bellezza paesaggistica, monumenti storici e religiosi (queste erano le terre di San Patrizio), cordialità della gente vale da sola qualsiasi viaggio, approfittando anche delle offerte speciali che gli alberghi propongono nel periodo prenatalizio.

Per ulteriori informazioni su Belfast: www.irlanda-travel.com/belfast

Saldi a Dublino e Belfast

Dublino e Belfast subito dopo Natale iniziano la stagione dei saldi, un’occasione da non perdere in città che sono famose sia per la qualità dei negozi che per i prezzi accessibili.

Queste e molte altre informazioni più tante offerte di viaggio si possono trovare sul sito ufficiale del Turismo Irlandese www.irlanda-travel.com/natale. Inoltre sul sito troverete informazioni sui comodi voli che collegano l’Italia all’Irlanda.

Tutto un mondo vi aspetta in Irlanda anche d’inverno, sia che veniate per una breve fuga, oppure per condividere con gli irlandesi il clima di gioiosa attesa prima e durante le feste.

Turismo Irlandese
Piazzale Cantore 4, 20123 Milano – Tel. 02 4829 6060 – informazioni@tourismireland.com
www.irlanda-travel.com – http://blog.irlanda-travel.com
www.facebook.com/turismoirlanda – www.youtube.com/turismoirlandese

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestDigg thisShare on RedditEmail this to someone

Se ti interessa essere un guest blogger su Vacanze per Famiglie al fine di aumentare la tua notorietà contattaci e valuteremo come collaborare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *